L’impegno a rendere eco-compatibili le produzioni di filiera intervenendo sia nella fase produttiva sia in quella di lavorazione e commercializzazione è per noi di Romagnoli F.lli Spa una priorità.

Nel ciclo colturale, promuoviamo e gestiamo filiere di centinaia di ettari con appositi disciplinari orientati alla lotta integrata.

L’elevata esposizione della pataticoltura ai rischi connessi ai cambiamenti climatici (prolungati periodi di siccità e di ridotta disponibilità di acqua a scopo irriguo), ci ha portato a implementare nuove e più efficienti tecniche colturali e d’irrigazione che consentono di raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientale riducendo anche i rischi aziendali.

Abbiamo investito in innovazioni di processo che guardano alla tutela delle risorse naturali, come l’impianto fotovoltaico da 700 Kwhe, grazie al quale abbiamo raggiunto l'autosufficienza energetica nel nostro stabilimento produttivo, mentre gli investimenti sul fronte dell’impianto idrico e di depurazione negli stabilimenti di lavorazione consentono il riciclo e l’impiego dell’acqua utilizzata nelle fasi di lavorazione degli ortofrutticoli.

Operiamo nella convinzione che oggi l’innovazione non possa prescindere dalla salvaguardia della natura, per questo il nostro impegno a rendere sempre più sostenibili le produzioni di filiera si esprime offrendo ai consumatori prodotti attenti all’ambiente anche nella scelta del packaging. Poniamo inoltre particolare attenzione all’efficienza della logistica, al fine di ridurre le emissioni di CO2 nella fase di consegna dei prodotti.

 

TERRITORIO, INNOVAZIONE E GESTIONE SOSTENIBILE DELL’ACQUA

patata di campo LEGAMBIENTE 2021Queste le parole chiave che hanno siglato l’avvio della collaborazione con Legambiente per l’Agricoltura Italiana di Qualità. A partire dalla campagna produttiva 2013, con il progetto Patata di Campo-Amica dell’ambiente è stata avviata la sperimentazione in pieno campo con sistemi di irrigazione a bassa pressione e ad alta efficienza.
Da questa esperienza è nata la prima filiera di patate, di alta qualità, coltivate con sistemi irrigui a ridotto input d'acqua.

Romagnoli F.lli Spa ha coinvolto nel progetto alcune tra le migliori aziende agricole della provincia di Bologna. Produttori che, oltre a rispettare i disciplinari di lotta integrata della Regione Emilia-Romagna, hanno aderito anche ai disciplinari di Legambiente, riducendo così del 30% i consumi idrici necessari alla coltivazione, portando il fabbisogno da 4.000 a meno di 3.000 metri cubi per ettaro. Il tutto mantenendo inalterate la qualità organolettiche e migliorando la resa produttiva, grazie a un minore scarto di produzione e a una pezzatura più uniforme.

Dalla partnership con Legambiente sono nati altri progetti, con l’obiettivo di applicare e diffondere i criteri dell’agroecologia e di valorizzare le cultivar locali e la biodiversità. Scopri le Patate èVita Residuo Zero*.

*Residuo di prodotti chimici ammessi per legge al di sotto dei limiti di determinazione analitica (0,01 ppm) e residui di sostanze fitosanitarie autorizzate all’impiego in agricoltura biologica (ai sensi dell’allegato II del Reg. CE 889/2008) nei limiti massimi del 50% del Residuo Massimo Ammesso.

 

SORMAPEEL: LA SCELTA DI UN NUOVO VERTBAG NEL SEGNO DELL’AMBIENTE

Patate Residuo ZeroPer le nostre patate da consumo èVita Tutti gli usièVita La Novella ed èVita Residuo Zero abbiamo adottato l’innovativo packaging Sormapeel, costituito da due elementi, carta e polipropilene, facilmente separabili e riciclabili rispettivamente nella raccolta della plastica e della carta. Il nuovo vertbag Sormapeel consente una riduzione del -25% di plastica rispetto alle confezioni in uso.

Il nuovo pack rappresenta, inoltre, un vero e proprio strumento di comunicazione: una volta separate le componenti di plastica e carta, nella parte interna della confezione, il consumatore potrà leggere notizie e curiosità sull’azienda, i suoi prodotti e il loro utilizzo in cucina.

La scelta del vertbag Sormapeel si inserisce a pieno titolo nel percorso aziendale dedicato a rendere sempre più sostenibili le produzioni di filiera e a offrire ai consumatori prodotti attenti all’ambiente anche dal punto di vista del packaging.