Alimentazione sana e sostenibile: un aiuto per il pianeta

Per ricordare la data di fondazione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), il 16 ottobre di ogni anno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che nel 2020 spegne 75 candeline.

Romagnoli patate verdureCon lo slogan di questa edizione, “Coltivare, nutrire, preservare. Insieme. Le nostre azioni sono il nostro futuro”, la FAO sottolinea la necessità di raggiungere la sicurezza alimentare e offrire cibi sani, accessibili, anche dal punto di vista economico, e sostenibili sia per le persone che per il pianeta. Obiettivi che coinvolgono indistintamente tutti gli attori della filiera agroalimentare, dai produttori ai consumatori. Ciascuno, con le proprie scelte d'acquisto, può ridurre l’impatto delle proprie abitudini alimentari sull'ambiente e apportare benefici alla propria salute, ma in che modo? Qui di seguito qualche consiglio.

Variare gli alimenti. Diversificare la dieta favorisce una produzione alimentare più varia e contribuisce così alla tutela della biodiversità. Una scelta vantaggiosa sia per la propria salute che per quella del pianeta.

Aumentare il consumo di cereali integrali. Riso integrale, segale, orzo, avena e mais hanno numerosi benefici per l’organismo e sono sostenibili per il pianeta. A parità di quantità infatti, la loro lavorazione richiede meno energia e acqua rispetto a quella dei cereali raffinati.

Preferire le proteine vegetali. Assumere alimenti vegetali ricchi di proteine, come legumi e cereali, è una scelta più economica e sostenibile rispetto al consumo di proteine di origine animale.

Acquistare prodotti locali. Quando possibile, acquistate prodotti coltivati nel vostro territorio o in Italia. In questo modo sosterrete i piccoli produttori, l’economia e le comunità locali, favorendo, al contempo, la diversità delle coltivazioni e la riduzione dell’impatto ambientale derivante dal trasporto di prodotti per lunghi tragitti.

Scegliere prodotti di stagione. Scegliere ciò che si porta in tavola ponendo attenzione alla stagionalità è importante sia per assicurarsi il consumo di cibi gustosi e nutrienti, sia per contribuire alla riduzione delle emissioni di carbonio derivanti dal trasporto delle merci. Un alimento fuori stagione, infatti, deve essere importato da regioni lontane e viaggiare a lungo per poter essere disponibile nei punti vendita.

Prediligere confezioni eco-friendly. Anche la scelta del pack è importante per ridurre l’impatto ambientale delle proprie abitudini. Sono sempre di più le aziende impegnate a garantire prodotti realizzati nel rispetto dell’ambiente dal punto di vista del pack, leggere le etichette è un valido aiuto per scegliere in modo consapevole.

Romagnoli Spa è impegnata nel rendere eco-compatibili le produzioni di filiera, dalla produzione alla commercializzazione. Per saperne di più, visitate la sezione “attenzione all’ambiente” del nostro sito.

Image by Magda Ehlers from Pexels