Notizie

Breve storia del più famoso tra i tuberi: la patata

Coltivata nella regione delle Ande fin dai tempi delle civiltà precolombiane, la patata fu scoperta dagli europei grazie ai viaggi dei conquistatori spagnoli guidati da Pizarro e introdotta in Europa tra il 1580 e il 1585.

patate varieIn Italia arrivò tra la fine del XVI secolo e l’inizio del XVII da Spagna e Portogallo, per mezzo dei padri Carmelitani scalzi. Dopo una iniziale fama negativa - dovuta al fatto che molti mangiavano erroneamente le foglie e i frutti anziché i tuberi, con conseguenze spiacevoli per la salute - la patata iniziò a essere apprezzata e consumata in alcuni Paesi europei anche in risposta alle carestie che afflissero alcuni di essi nel XVII e XVIII secolo. Nella sua diffusione giocò un ruolo chiave l’agronomo Parmentier, farmacista dell’esercito francese durante la guerra dei Sette Anni contro l’Inghilterra e la Prussia, che dopo averne apprezzato le virtù durante la prigionia in Germania, ne promosse la conoscenza in Francia presentandola a un premio indetto dall’Accademia di Besançon dedicato ai cibi adatti a fronteggiare povertà e carestie. L’alimento suscitò un così ampio interesse per la sua capacità di crescere anche in terreni poveri e per il suo essere pronto all’utilizzo senza necessitare - a differenza del pane - né di un mugnaio né di un fornaio, da far trionfare l’agronomo alla competizione. Parmentier portò avanti la propria opera anche cercando l’appoggio di re Luigi XVI che, dopo la carestia del 1785, adottò alcune misure pensate proprio per diffonderne la coltivazione tra i contadini. In Italia la coltivazione della patata in misura significativa iniziò a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento, ma essa divenne parte integrante della produzione agricola e dell’alimentazione degli italiani solo a partire dalla seconda metà dell’Ottocento.

 

Sede
via Quarto di Sopra 1/7
40127 Bologna
Tel. 051 6069611
Fax. 051 6069608
PI 00768160376

Produzione
via Gino Gabusi, 7
40062 Molinella (BO)
Telefono: 051 6902901
Fax: 051 6902900

Privacy
Cookie Policy
Info Legali

CERTIFICAZIONI

Per Romagnoli la qualità e la sicurezza dei prodotti sono valori fondamentali e non trattabili.
Il Sistema Qualità aziendale, infatti, è controllato e certificato da autorevoli enti terzi, come CCPB per quanto riguarda il biologico e NSF per IFS Food Standard e GLOBALG.A.P.

L’Azienda, inoltre, svolge numerosi controlli interni per migliorare i risultati, le competenze e la soddisfazione del consumatore.

PARTECIPIAMO A:

Consorzio DOP Bologna

Logo Patata di Qualita
LOGO Selenella 

 

© 2018 Romagnoli F.lli SPA. - All Rights Reserved. - Designed By Janus

Search